La Grava di Vesalo

Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Grado di difficolta': turistico

La Grava di Vesalo e' uno dei fenomeni carsici piu' imponenti e spettacolari del territorio del Parcon nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Nel pozzo, profondo all'incirca 100 metri, si sversano le acque del torrente Milenzio. E' un esempio macroscopico di fenomeno carsico di particolare interesse geologico e botanico (sulle pareti e' possibile osservare stazioni vegetative di Lingua Cervina (un particolare tipo di felce).

Nella parte superiore presenta un'apertura di circa 30 metri di diametro, con pareti rocciose a strapiombo. L'escursione prende origine al Passo di Vesalo (q. 1050 slm) e prosegue utilizzando una stradina nel bosco, immersa nella frescura assicurata dai Faggi e dai giganteschi Ontani. Dopo la visita alla Grava si prosegue, volendo, utilizzando una stradina di esbosco che porta alla Valle Soprana. Qui e' possibile osservare le rupi di Scanno del Tesoro e di Tempa dei Militani. Una sosta presso l'area attrezzata di Vesalo consente di godere della pace che regna nei boschi circostanti.

NOTE:
munirsi di calzature adatte, pullover leggero.

Per ulteriori informazioni ci si puo' rivolgere alla Direzione.

La Grotta dell'Acqua

Un percorso senza eccessive difficolta' per conoscere la Costa della Masseta partendo da Scario, nei pressi del Faro, lungo un sentiero che offre profumi di macchia mediterranea.

La Costa della Masseta

Minuscole insenature di sabbia intagliate nella roccia, grotte, acque cristalline, le tonalita' cromatiche della macchia mediterranea: e' lo spettacolo naturale della Costa della Masseta.

La Grava di Vesalo

La Grava di Vesalo e' uno dei fenomeni carsici piu' imponenti del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, di particolare interesse geologico e botanico.

La Forra dell'Emmisi

A qualche chilometro dall'abitato di Rofrano il fiume Mingardo ha prodotto, nel corso dei millenni, uno degli spettacoli naturali piu' avvincenti dell'intero territorio del Parco.